• Apurimac per il Perù
    L’associazione con sede a Roma che si occupa di sostenere il lavoro e i progetti a scopo sociale dei missionari agostiniani nella remota regione dell’Apurimac, nel centro sud del Perù.
  • Associazione Cesvi
    Una delle più importanti associazione non governative italiane che da Bergamo si occupa di decine di progetti umanitari in quasi tutto il mondo. Con Cesvi ho collaborato in India, Bosnia e Venezuela.
  • Birimbao per l’Africa
    Ha sede a Lainate (Mi) e Varese e si occupa di aiutare i bambini ovunque essi siano. Progetti in Etiopia, Capo Verde e Madagascar.
  • Festival internazionale di giornalismo di Perugia
    Uno degli appuntamenti più importanti in Italia per chi ama questo mestriere, per chi lo voglia imparare, per chi è semplicemnte curioso di capire come funziona l’informazione. Cinque giorni a tu per tu con i protagonisti dei media italiani e stranieri, per ascoltare, discutere, riflettere.
  • Fondazione Luchetta per i bambini vittime della guerra
    A Trieste 16 anni fa un gruppo di persone ha deciso di dare vita ad una struttura stabile per coordinare le “trasferte della speranza” per i bambini malati o feriti nelle zone di guerra verso alcuni ospedali italiani. Assicura un’ospitalità, anche se temporanea, in una casa di prima accolgienza per questi piccoli malati del mondo e per i loro familiari.
    E’ la fondazione Luchetta Ota D’angelo Hrovatin nata in memoria dei quattro operatori dell’informazione morti durante il loro lavoro nel raccontare lontani conflitti.
  • Francesco Fossa fotografo
    Il sito di un amico con la passione per il giornalismo vero e la fotografia. Le sue immagini raccontano un mondo ma fanno soprattutto sognare.
  • Kairos Onlus
    Associazione italo-argentina con sede a Milano che si occupa di diversi progetti nel paese sud americano, in particolare di aiutare i ragazzi di strada, gli indios delle Ande e quelli della giungla.
  • Margareta Riccoboni fotografa
    Il sito di un’amica fotografa, Margareta Riccoboni, dalla particolare sensibilità. Le sue foto colpiscono per la luce, i contrasti, la forza interiore.
  • Mediafriends nel sociale
    L’associazione onlus di Mediaset, Mondadori e Medusa che si occupa dei progetti di solidarietà.
  • Medici senza frontiere
    Spesso sono gli unici che restano quando le altre organizzazioni abbandonano il campo per motivi di sicurezza. Sono medici e infermieri volontari che rischiano la loro vita per portare soccorso, curare i feriti, assistere i malati dovunque ci sia bisogno. Sono presenti in 70 paesi del mondo, in quelle crisi dimenticate di cui nessuno parla.
  • National Press Photographers Association
    L’associazione americana dei fotografi e dei giornalisti dell’audiovideo. Sito pieno di spunti interesaanti e di un codice etico da leggere e rieleggere.
  • Premio Giornalistico Gaspare Barbiellini Amidei
    Premio destinato ai giovani giornalisti (al di sotto dei 35 anni) in memoria di Gaspare Barbiellini Amidei, scomparso nel luglio 2007.
  • Premio Ilaria Alpi
    Uno dei riconoscimenti più prestigiosi per il giornalismo televisivo italiano. Il Premio Ilaria Alpi, nato a Riccione nel 1995 per iniziativa dell’Associazione Ilaria Alpi-Comunità Aperta, è dedicato all’inviata Rai assassinata in Somalia nel 1994 insieme all’operatore video Miran Hrovatin. Il Premio ha l’intento di valorizzare l’inchiesta televisiva e un giornalismo fatto con coraggio, scrupolo investigativo, onestà intellettuale e dignità.
  • Reportage Atri Festival
    Reportage. Immagini, parole, storie: eventi, mostre, incontri nella città di Atri, in provincia di Teramo.
    Il tema del reportage è trattato, approfondito e illustrato in ogni sua forma: dalla fotografia alla radio, dalla carta stampata al video. Un approccio a tutto tondo per mettere a fuoco in modo inconsueto e coinvolgente, la professione del reporter attraverso il confronto tra le diverse realtà internazionali.
  • Sergio Lepri, un grande maestro
    Il sito di uno dei grandi del giornalismo italiano, ricco di materiali per riflettere sulla professione, la sua etica, la sua storia. E ricco di insegnamenti su come scrivere bene e in modo semplice. Cosa tutt’altro che facile e sempre più dimenticata nel giornalismo fastfood di oggi. Un piccolo rifugio a casa di un maestro dove tornare ogni volta che si cerca uno stimolo per migliorare.