il baratro del Sud Sudan

Se usciamo da qui ci uccidono tutti, uomini, donne e bambini” mi spiega con gli occhi grandi della paura un ragazzo. Sulla fronte ha le tipiche cicatrici segno di riconoscimento delle tribù Nuer ed è terrorizzato come le decine di migliaia che hanno cercato scampo qui nella base delle Nazioni Unite a Juba, capitale di […]

continua a leggere

L’ultima miniera

A Nuraxi Figus, nel cuore del Sulcis Iglesientes, Sardegna ovest, esiste ancora una miniera di carbone attiva. Ci lavorano 480 dipendenti. Sono andato con loro sottoterra, a 500 metri di profondità, per documentare come si lavora nei tunnel bui e soffocanti.

continua a leggere

Scacciati e dimenticati

Quando sono arrivato nel campo profughi vicino a Pretoria nessuno portava cibo da diversi giorni. L’atmosfera tra le grandi tende marroni, dove migliaia di persone sono costrette a vivere, rassegnata. Silenziosi uomini e donne, anziani e bambini, per la maggior parte immigrati da altri paesi africani, Camerun, Congo, Zimbawe, Mozambico, Somalia, Eritrea.

continua a leggere

Un sogno contro l’AIDS

Ana Maria Muhai, oggi volontaria di Dream, ci mostra la foto di quando iniziò la terapia: è irriconoscibile, uno scheletro umano. Pesava 29 chili, oggi è arrivata a 73. L’epidemia di Aids è uno dei drammi più duri che abbia colpito la già sfortunata Africa.

continua a leggere